Errata corrige: #Stramala

No, non è che a distanza di due giorni mi sto rimangiando ciò che ho scritto in questo articolo. La mia decisione di non scrivere più di Inter non cambia affatto.

Ma una precisazione è doverosa. Il mio articolo è stato frutto — oltre che, ovviamente, di informazioni dirette che ho ricevuto nel tempo e che continuo a ricevere anche ora — di lunghi ragionamenti da parte mia.

Uno di questi miei ragionamenti (per inciso, uno dei più fastidiosi, almeno per me) si è rivelato sbagliato. Dopo aver ricevuto numerose segnalazioni in merito da amici interisti che la pensavano diversamente da me, ho verificato con i miei riferimenti e mi sono reso conto di aver formulato un giudizio errato, basato sulle tante interviste rilasciate all’epoca.

Si tratta di ciò che ho scritto a proposito di Andrea Stramaccioni, e più precisamente questo passaggio:

E a chi non è capitato? Non è capitato a Stramaccioni, che era entrato nello spogliatoio dicendo “oh mio dio, ma questo è Javier Zanetti.” Non è capitato a Leonardo, che [… ecc ecc …]

In realtà, ho potuto verificare che le cose sono andate in maniera differente da come le avevo immaginate io, e collocano Andrea Stramaccioni a pieno diritto nel novero di coloro che sono stati “fatti fuori” dalla cricca dell’Asado.

L’esatto opposto di quanto ho scritto.

Scelte possibili

fiii… fiii… “fiuuuu!” (cit.)

Avrei potuto tornare su quell’articolo e, semplicemente, correggere. O cancellare.

Probabilmente nessuno se ne sarebbe accorto: non era stampato da nessuna parte e l’informazione era sepolta in mezzo ad altre mille.

E invece no.

Al Malpensante.com non siamo certo la Gazzetta, che continua beatamente a stracciare ogni scarno rimasuglio di etica professionale.

Da noi le smentite hanno lo stesso valore e la stessa visibilità degli articoli originali — come in realtà dovrebbe essere sempre.

Se si fa — involontariamente — un torto a qualcuno “in prima pagina”, poi si fa marcia indietro “in prima pagina.”

Personalmente, sono contento, perché ho sempre provato grande simpatia per Andrea Stramaccioni, ma le mie simpatie non hanno molto peso: non l’avevano prima, quando ho scritto quello che pensavo e che ritenevo giusto, e non ce l’hanno ora, quando ammetto di essermi sbagliato.

That’s it.

Loading Disqus Comments ...