Rassegna Stampa Inter 16/01/18 – Malpensante’s Daily Digest

Corriere dello Sport

In prima pagina molto spazio dedicato a Lotito con un’intervista esclusiva dal vago sapore pravdiano.

Per quanto riguarda l’Inter, invece, va in onda un’altra puntata della questione Icardi-Real Madrid.

L’approfondimento a pagina 8 (dopo Lotito e Var, di cui parleremo a parte) è di Andrea Ramazzotti. Il problema sarebbe quello del gol, per il Real Madrid: anche Florentino Perez ha dovuto prenderne atto vedendo l’involuzione del suo pupillo, da sempre, Karim Benzema.

32 gol dei blancos contro i 52 dei blaugrana: i numeri sono impietosi e raccontano della difficoltà madrilena di far gol.

Chi meglio di Icardi? Il problema è che tra quello che c’è scritto in prima pagina, ovvero “ecco l’offerta”, e quello che è un titoletto a pagina 8 c’è già differenza:

Andando ad approfondire, addirittura Ramazzotti non parla di “offerta fatta”.

esthia immmobiliareI nomi dei candidati alla successione di Benzema sono da tempo stati individuati” e da qui si fanno i nomi di Harry Kane, Maurito Icardi, Pierre Emerick Aubameyang e Lewandowski: in questo rigoroso ordine.

Il cerchio si chiude centravanti inglese e all’interista, due autentici specia-isti del gol. A rendere par-icolarmente allettante l’argentino, quella clausola per l’estero, valida a partire del prossimo primo luglio, che permette di strapparlo ai nerazzurri per appena 110 milioni. Cifra decisamente ragionevole in considerazione dei tempi che corrono.

L’articolo poi si chiude con un entusiasta: “Ora parte l’assalto finale, dopo i primi sondaggi informativi realizzati nel recente passato” inserito lì dopo aver detto che, sì, un mondiale fatto bene potrebbe persino far lievitare il prezzo di Icardi: quindi meglio spicciarsi.

 

Avete capito bene: sul titolo “ecco l’offerta” e nell’articolo nessuna offerta ma solo ipotesi campate sul nulla.

Tanto che su As.com, quotidiano madrileno, l’ultima notizia risale a un paio di giorni fa, giusto quando è uscita l’edizione cartacea della Gazzetta dello Sport con sopra l’invenzione di Icardi fuori dall’Inter e che Vi abbiamo spiegato proprio in una rassegna stampa.

È di ieri, invece, un approfondimento grafico in cui si evidenziano 6 nomi di calciatori in una sorta di “Galacticos’ wanted list”: c’è Icardi, ma anche Hazard, Kane, Mbappé, Lewandowski e Neymar.

Non sono riuscito a trovare altre referenze.

Questo può significare tante cose, oltre al fatto che i giornalisti si rimbalzano la notizia: nasce chissà dove, e in questo caso dovremmo tornare a dicembre perché quello degli ultimi giorni è solo un esasperarsi della notizia, e poi piano piano As che cita la Gazzetta, che cita il Corriere, che cita As, poi spunta il Mirror che cita As, che cita la Gazzetta e che si mangiò Icardi che al mercato il Real comprò.

Tra le ipotesi, invece, la solita manfrina pre-rinnovo da parte dell’agente: “strategia del terrore” che molti usano (e Raiola in questo è eccellente) per strappare condizioni migliori.

Tanto che, a pagina 9, c’è l’altro approfondimento:

Bum. Come ti creo un problema e come te lo risolvo?

L’articolo, di Pietro Guadagno, approfondisce i meriti di Icardi, ormai vicino ai 100 gol prima dei 25 anni, roba che è accaduta soltanto con Meazza, Piola, Boniperti, Borel e Altafini. Stiamo parlando dell’élite dei bomber, ma sulla capacità realizzativa di Mauro non ha dubbio nessuno… a parte quelli che vogliono lucrare sul prendere posizione contro di lui e insultarlo.

La vera incognita semmai è se rimarrà nel nostro campionato. Come si può leggere a parte, infatti, il corteggiamento del Real Madrid si fa sempre più insistente” che è ancora piuttosto diverso dal “ecco l’offerta”.

“Milano e l’Inter, però, sono ormai la casa di Maurito, sua e della sua famiglia sempre più grande. Lasciarla, insomma, potrebbe essere complicato. Non impossibile, però. Soprattutto se la squadra nerazzurra non dovesse raggiungere la Champions nemmeno quest’anno” ecco la parte dell’articolo che spiega molto più di tutto il resto e che, ribadiamo, è prospettiva diversa da quella lasciata in prima pagina, e abbiamo spiegato un milione di volte che i titoli rimangono infinitamente di più nella memoria rispetto agli articoli… semplicemente perché sono letti nell’ordine di grandezza di “1 lettore ad articolo = 1000 lettori del titolo”, se non di più, con l’aggravante di tanti, troppi soggetti interessati solo a ribattere quel “ecco l’offerta”.

Il che non esclude, ovviamente, che l’interesse ci sia. Ma dall’articolo di Ramazzotti al titolo “ecco l’offerta” la definizione è una soltanto: panzana da titolista sensazionalista.

Sul fronte mercato, invece, dato come “giorno della svolta” oggi per Rafinha: accordo totale con calciatore ed entourage, meno col Barcellona. Dati per certi fino a ieri 20+3 di bonus offerti dall’Inter come prezzo del riscatto e i 30 voluti dal Barcellona, oggi sono diventati 35.

Su Ramires, invece, approfondiamo con la Gazzetta dello Sport.

Da ieri sono rispuntati alcuni nomi, visto che ieri Ausilio era dato a cena con il procuratore Beppe Riso: pertanto via alle speculazioni su Jankto, Cristante e Baselli.

Joao Mario avrebbe rifiutato il Watford e viene data come “in piedi” ancora la trattativa per Joaquin  Correa.

Gabigol dato vicinissimo al Brasile, Santos o Palmeiras: unico scoglio, pare, dover pagare ingaggio del calciatore più qualcosa anche per il prestito.

[themoneytizer id=”15364-19″]

La Gazzetta dello Sport

Secondo le voci più autorevoli della Gazzetta dello Sport, i titoli non si dovrebbero commentare. E come fai a non commentare questa roba qua?


Nell’articolo di Carlo Laudisa a pagina 2 è raccontato come l’affare Nainggolan sia diventato un affare di Stato. Il Guangzhou Evergrande di Cannavaro avrebbe offerto a Aubameyang un contratto da 18 milioni netti e 72 milioni al Borussia. Lo Shangai Sipg avrebbe destinato un extra di 12 milioni da riconoscere agli intermediari: da qui lo stop del Partito sull’asta selvaggia, che avrebbe bloccato anche l’operazione Nainggolan-Guangzhou, data già praticamente fatta.

Ciò spiegherebbe la frenata su Ramires, perché Suning non avrebbe vita facile per sostituirlo: tra le tante chiavi di lettura di ieri, la più coerente con lo scenario attuale.

Nell’approfondimento di Mirko Graziano, qualche dettaglio in più.

 



L’emittente PPTV Sports China si è detta sicura della permanenza del brasiliano in oriente, con l’indicazione che potrebbe trattarsi di “mossa «politica» per tenere calmi i tifosi del club di Nanchino fino all’acquisto di un altro centrocampista di valore“.

D’altra parte c’è da capirli anche, no? Che direbbero gli interisti se, a obiettivi sfumati, dalla Cina pretendessero il prestito gratuito di Skriniar o Icardi? Al di là della stessa proprietà, le due parti sono… due parti, non una, anche se poi Sabatini fa parte dell’una e dell’altra, anche se nel caso della sponda nerazzurra solo indirettamente.

Seguici su Twitter

Oltre ad avere incontrato Beppe Riso, la GDS riporta anche una cena tra Ausilio e Simonian, l’agente di Pastore e di Banega… su molti siti e giornali sono state riportate indiscrezioni su altri calciatori (tipo Driussi) del procuratore… solo che ha anche la procura di Ricky Alvarez! Ve lo dico io: hanno trattato Gonzalo Martinez, più volte proposto in Italia dall’agente e che è un centrocampista/trequartista…

In calce, invece, le solite ipotesi: Schurrle, Gaitan e Deulofeu.

Luca Taidelli, invece, ci introduce sulla prima giornata di Lisandro Lopez all’Inter, parlando addirittura del suo primo ko: la squadra di Lisandro Lopez ha perso 2-0.

Rassicuranti le parole di Spalletti sul difensore argentino: “È la conferma del fatto che abbia­mo direttori bravi che possono agire con determinate compo­nenti. La loro bravura anticipa altri concorrenti. Rafinha? Non si può ancora dire niente.

Adriano Seu, invece, ci fa un quadro del calciatore, descritto come serio, riservato, con l’indole da leader, anti-divo per eccellenza, descritto qualche anno fa da “La Nacion” come il difensore argentino più solido ed efficace degli ultimi anni, vista la sua duttilità e il grande senso della posizione.

[themoneytizer id=”15364-16″]

 

Esthia immobiliare

Le altre

Detto dello stop della trattativa Nainggolan (purtroppo per l’Inter, visto che avrebbe potuto togliere un avversario in più nella sfida contro i giallorossi), quella tra Napoli e Verdi sembra essere a uno stallo: il calciatore avrebbe dei dubbi, e sinceramente ricorda tanti calciatori che poi si sono persi in provincia per la semplice paura di fare il grande salto.

Il rinnovo di De Vrij è cosa fatta, ma non festeggino i tifosi laziali, visto che sembra essere solo operazione “rispettosa” della squadra che ha scommesso sull’olandese: dopo la vagonata di milioni per Van Dijk, 25 milioni di clausola sono ben poca cosa per un difensore 25enne tra i più forti e completi al mondo.

 

sostieni ilmalpensante.com

 

[themoneytizer id=”15364-16″]

 

Loading Disqus Comments ...