Inter 3 Crotone 0: siamo questi, facciamocene una ragione.

Abbiamo vinto e questo ci deve bastare. Siamo a 8 punti dalla zona Champions e a 10 dalla zona retrocessione. Facciamocene una ragione. Siamo questi.

Vecchi ha fatto un buon lavoro e me lo aspettavo. Bella capacità di tenere la panchina. A casa mia si dice “a cazzo duro”, ma non cominciamo a straparlare di tenere Vecchi, abbiamo già bruciato la carriera a Stramaccioni. Lasciamolo stare che non se lo merita. Che venga Pioli o Marcelino (Zola no, cazzo … lui no) e rimetta a posto prima il cervello di questi pirla (possibilmente a calci nel culo) e poi si faccia almeno uno schema che non sia palla a Candreva, cross in area, palla respinta dalla difesa.

Ho visto gente correre, cosa che non succedeva da un po’. Non sono un tattico, ma se ogni tanto si vedesse una sovrapposizione, credo che potrei anche accedere all’onanismo senza comprare la Gazzetta.

Ci sono giocatori che vivono una crisi psichica probabilmente rilevante. Banega comunque ha avuto delle amnesie preoccupanti. Brozo è catalogato tra gli schizofrenici: ha corso e lottato, ma ogni tanto gli saltava il relè e si spegneva per dei minuti interi, camminando per il campo senza sapere di chi fosse quell’ombra. Murillo fa interventi bellissimi e poi dimostra chiari problemi di udito quando Handanovic gli chiama palla.
Santon scende sulla fascia per fare un cross, ma poi si perde e non si sovrappone mai. Eder pensa ancora di essere nella Nazionale di Conte, dove quello che conta è correre fino a spolmonarsi, ma poi incide zero in attacco.

Medel non ha giocato e non se n’è accorto nessuno. Idem Nagatomo. Melo mi è talmente indifferente che non mi accorgo nemmeno quando è in campo. Insomma, siamo una squadra che è stata raffazzonata e che non ha voluto seguire chi per due mesi ha cercato di dare loro organizzazione ed uno straccio di gioco.

Tra due settimane ci sarà il Milan e sarà meglio portarsi a casa una vittoria, perché far cominciare il nuovo allenatore con il piede sbagliato non sarebbe proprio auspicabile.

Contro il Crotone non dovevamo certo metterci a fare le pulci al gioco, si doveva vincere e basta: così è stato e facciamocelo andare bene.

Per tutto il resto mi ripeto: una squadra in grave crisi ha giocato contro una squadra di serie B che fino al 2-0 non ha passato la metà campo con 11 giocatori dietro la palla. Nonostante questo abbiamo vinto 3-0.

Maurito, checché ne pensiate, ha fatto 3 tiri (rigore incluso) e 2 gol. Se per voi è una sega, vabbeh allora parliamo di ramino.

Amen

TABELLINO

MARCATORI: 39′ Perisic, 43′ (rig.) e 48′ st Icardi
INTER (4-4-1-1): Handanovic; D’Ambrosio, Miranda, Ranocchia (20’pt Murillo), Santon; Candreva (38’st Jovetic), Joao Mario, Brozovic, Perisic; Banega (19’st Eder); Icardi. All. Vecchi
CROTONE (4-4-2): Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Mesbah; Rohden (41’st Sampirisi), Capezzi, Barberis (42’st Tonev), Palladino; Trotta (26’st Crisetig), Falcinelli. All. Nicola
ARBITRO: Gianpaolo Calvarese
SANZIONI: ammoniti Ranocchia, Mesbah, Rosi.
Loading Disqus Comments ...