#InterSpal: pagelle, statistiche, analisi, video

Terza parte

Non ci sono dubbi sulla disposizione a 3, che poi diventa a 5 quando il possesso palla avversario si è consolidato:

 

Ma in molte situazioni, la posizione di Asamoah si è adeguata al contesto, più di quanto non faccia normalmente un difensore centrale, che sia terzo a destra o a sinistra.

In questo caso in collaborazione con Cedric:

L’effetto naturale è che l’Inter riconquista la metà campo e mette una toppa enorme sugli spazi tra difesa e centrocampo.

La Spal non riesce più a pressare e non riesce più a ripartire, ovvero l’Inter le ha tolto le armi sulle quali aveva basato il suo match.

Spesso mi sono chiesto (ed è una domanda che qui ho ribattuto più volte) se fosse Brozovic a essere indisciplinato in certe situazioni di gioco oppure se fosse Spalletti che non voleva intervenire “bloccando” uno dei due centrocampisti per chiudere quel famigerato spazio in mezzo.

Nel secondo tempo di Inter-Spal la risposta, perché Spalletti ha chiaramente imposto a Gagliardini e Joao Mario, a turno, di staccarsi rispetto al compagno in fase di non possesso: l’Inter ne ha guadagnato sensibilmente e ha smesso di soffrire.

 

Tre immagini di seguito a illustrazione, partendo dalla disposizione “a due” della metà campo, ma con molta più attenzione in mezzo e, soprattutto, con la metà campo che finalmente ritorna con più maglie nerazzurre:

Insomma, gli allenatori contano eccome, sia quando commettono errori, sia quando fanno scelte giuste e calate nella realtà della partita. Io non sono un grande fan della difesa a 3 (eufemismo) ma va detto che la scelta si è rivelata azzeccata: ogni altra elucubrazione (che spesso parte da una frase che capisco poco, ammetto, ovvero “siamo l’Inter”) su come deve giocare la squadra va in cantina dopo aver visto che le scelte fatte dall’allenatore hanno rivoltato la partita e consentito all’Inter di riprendersi il centrocampo e il match.

Chiaro, poi, che contro Eintracht e Milan sarebbe l’ideale se si evitasse di regalare un tempo all’avversario…

Pagelle

CALVARESE

Per una volta voglio fare al contrario, la prima pagella è di Calvarese. Uno dei motivi per cui ilMalpensante è ancora vivo e vegeto è la costante interazione di tanti lettori, un supporto che si esprime in modi molto diversi ma che è stimolo a fare sempre qualcosa di più. Tra quelle ricevute post Spal, c’è chi ha espresso perplessità sulla mia valutazione riguardo a Calvarese, in special modo nelle considerazioni su Schiattarella.

 

Possibile che un tizio abbia fatto 4-5 falli da ammonizione e non ne abbia presa neanche una in partita? Sì.

Primo su Gagliardini:

Secondo su Asamoah:

Terzo su Lautaro Martinez, due video da due visuali diverse:

 

Quarto, su Politano in ripartenza:

Purtroppo non sono riuscito a ritrovare l’azione, ma c’è anche un quinto fallo, più un “vaffanculo” all’arbitro piuttosto plateale, come evidenziato durante il match.

Direte voi che non sempre sono puniti, giusto? Esatto, e la penso come voi. Peccato che Joao Mario sia stato ammonito per la stessa ragione, come spiega lo stesso Calvarese a Candreva:

 

A questo si aggiunge tutta una serie di decisioni poco felici, alcune delle quali incomprensibili. Come quando Floccari tira via il braccio di Gagliardini, recuperando palla a metà campo e facendo ripartire la Spal, interrotta da un’ottima scelta di tempo da parte di Ranocchia:

In molti casi, quando c’è stata un’azione dubbia, ha scelto pro-Spal, come in questo caso, in cui sia Missiroli che Gagliardini sono in ritardo nel contendersi la palla, alzano la gamba entrambi pur senza fare fallo, nessuno dei due: l’arbitro fischia fallo di Gagliardini.

 

A compendio, non solo la mancata sanzione a Petagna nello scontro con Miranda (frattura delle ossa nasali), ma anche il rigore non assegnato all’Inter per fallo su Gagliardini nell’azione che poi, fortunatamente per l’Inter, si trasforma in gol di… Gagliardini.

Avete notato, sì? Sarebbe il 6° fallo da ammonizione per Schiattarella, che ha chiuso a zero gialli la partita.

Che voto volete dare?

CALVARESE 2

HANDANOVIC SV

Inoperoso se non per uno pseudo tiro nel primo tempo che è pure centrale: è l’azione che fa scattare il contatore delle parate… si fa per dire. Per il resto nient’altro, secondo tempo addirittura da spettatore privilegiato.

 

Indice

Loading Disqus Comments ...