#InterJuventus 1-1: tattica e pagelle malpensanti (parte 2)

Terza parte

Che Borja sia stata scelta saggia lo dimostra anche la quantità di lavoro svolto dallo spagnolo, sia in fase di cucitura del gioco sia in fase di inserimento, perché è stato l’unico a creare qualcosa di complicato per i bianconeri.

Di certo non rimpiango il mancato inserimento di un altro attaccante aggiunto a Icardi, non in queste condizioni.

 

Infine chiudiamo con una serie di video che illustrano meglio il senso di quelle “scelte di ultimo passaggio” (o quasi) che tanto spesso ho evidenziato come carenti nell’Inter.

Sono quelle azioni in cui spesso si fa la scelta sbagliata, per misura, forza o concetto, che fermano l’azione o che la portano a un nulla di fatto quando sarebbe stato possibile creare una chance, un assist, un pericolo all’avversario. A volte capita anche che siano tocchi piuttosto semplici, eppure nell’Inter si sbagliano con eccessiva frequenza.

Qui è Politano a sbagliare di misura il passaggio verso Nainggolan:

 

Qui è Vecino che avrebbe un passaggio comodo, persino semplice semplice, verso Nainggolan lanciato in diagonale, con successiva possibilità di tiro: infatti il belga si sbraccia e si lamenta (immaginiamo anche il tipo di imprecazioni…).

Notate anche come la posizione di Nainggolan costringa Cancelo a fare un passo verso il belga: se avesse ricevuto palla, avrebbe avuto anche chance di lanciare in porta Perisic.

In questa situazione è Icardi a sbagliare la misura del passaggio: con una maggiore tecnica, attenzione e/o precisione, Politano andava messo in condizioni di tirare in porta.

 

Ancora Icardi, molto attivo anche sulla verticale, e questa era davvero una grande chance: una esitazione di troppo nel guardare il compagno, un errore di misura e di concetto nel passaggio:

Secondo tempo, con l’Inter in affanno: Politano serve bene Vecino, ma dall’altra parte Icardi resta troppo centrale, mentre invece dovrebbe allargarsi un po’ per crearsi lo spazio che soltanto poi deve attaccare per tagliare. Così risulta sin troppo prevedibile per la difesa juventina, oltre che rendere complicato il passaggio al compagno. Vecino, in più, non è Iniesta e si vede:

E in questa mini-rassegna ho scelto soltanto meno della metà dei casi che avevo selezionato: è proprio in questo aspetto che l’Inter deve migliorare terribilmente sul mercato estivo.

 

Per concludere, una partita dai più volti che l’Inter ha giocato davvero bene per mezz’ora, gestito bene per un tempo, cominciando a cedere un po’ troppo dall’ingresso di Kean in poi. Il gol bianconero non è casuale, era nell’aria già da qualche minuto e l’ingresso della seconda punta, in aggiunta a un pressing più alto e più organizzato, nonché a un decadimento della prestazione fisica dei nerazzurri, ha determinato il pareggio.

Il linguaggio del corpo, i movimenti, le posizioni, gli scatti… tutto lascia trasparire che l’Inter non ne avesse più e che si era sfilacciata troppo, si erano disgregati i meccanismi che le avevano consentito di dominare la Juventus per mezz’ora, con il beneplacito della follia tattica di Allegri nei primi dieci minuti.

Ribadisco il concetto del precedente articolo: pretendere maggiore propensione offensiva, una seconda punta al posto addirittura di Nainggolan, a me appare più come sovraimporre una propria filosofia alla realtà: avrebbe costretto l’Inter a giocare quasi esclusivamente a palle lunghe, con i due attaccanti a vedersela da soli con tutto il resto della difesa bianconera, perché era chiaro, evidente, che nessuno accompagnava più l’azione.

 

Non solo, ogni volta che l’Inter ha commesso un errore in avanti e si è trovata con più uomini nella metà campo bianconera, ha rischiato grosso, almeno in una mezza dozzina di occasioni. Si spiegano così le scelte di Spalletti, che non sono né da braccino né conservative, ma puntano a massimizzare il risultato: provare a vincerla, se si può, senza “sbracare”.

E chiaramente nessuno ci assicura che cambi diversi avrebbero sortito risultati migliori, così come nessuno ci dice quanto peserà questo punto a fine stagione: lo scopriremo prestissimo.

 

Indice

Loading Disqus Comments ...