Le domande/verità di Napoli-Inter 1-1

Terza parte

Non era una provocazione contro Conte: era una provocazione contro chi pensava che bastasse cambiare l’allenatore per trasformare dei ronzini in cavalli, oppure dei cavalli in unicorni volanti. Questa è oggettivamente una rosa migliore delle due precedenti: da Lukaku all’inserimento in pianta stabile di Lautaro, da Barella a Sensi, dall’inserimento di Bastoni (decisamente molto sopra le aspettative) a Moses, Young e Eriksen; avendo, tra l’altro, “depurato” la squadra da quei conflitti e cortocircuiti che ne hanno minato il percorso della stagione scorsa, leggasi Icardi, Perisic e Nainggolan. E senza limitazioni dal mercato.

Se fosse stato vero il concetto del “Conte vale 10/12 punti di più”, questa squadra così com’è sarebbe già da scudetto, non meno che finalista di Coppa Italia e facile facile agli ottavi di Champions League. Non è così perché Conte è scarso? Non è così perché le squadre devono rispondere agli allenatori devono essere fatte a sua immagine e somiglianza: Sarri è lo scimmiottamento di Allegri, la sua Juventus è anche più brutta di prima e non ha nulla di quella faccenda che mi ha sempre fatto sorridere un po’, ovvero quella del “sarrismo”; Ancelotti e Gattuso, dal loro lato, hanno annientato il lavoro di Sarri.

 

E Conte? Costruzione bassissima come con Spalletti, cosa che mi sembra abbastanza nuova anche per lui; possesso palla spesso lento e giropalla che va 9 volte su 10 sulla fascia; squadra che a gennaio/febbraio crolla improvvisamente. Eppure sono diverse per come sono fatte, perché queste similitudini? Perché non è una squadra che somiglia a Conte.

E lo si vede nelle partite più complicate e difficili, in cui Spalletti riusciva a tirare il massimo (solo Napoli e Lazio dell’ultima stagione davvero sbagliate), mentre Conte arranca, altri hanno già fatto infografiche più chiare di qualunque mia spiegazione.

Perché quella, pur con tutti i limiti di rosa, di mercato etc…, era comunque una formazione più spallettiana di quanto questa non sia contiana. E molti dei titolari di quella sono panchinari di questa.

Ergo, per le rivoluzioni non c’è solo bisogno delle idee o dei generali giusti: senza l’esercito adeguato non si va da nessuna parte.

 

La difesa a 3 è davvero un dogma insuperabile? Qui penso di potermi sbilanciare un attimo di più. Quando, ad un certo punto, vedi Bastoni e Skriniar in sovrapposizione, nonostante il primo possa fare anche il terzino sinistro, evidentemente c’è qualcosa che non quadra più e tu, allenatore, devi prenderne atto e cambiare.

Bastoni si adatta molto bene, De Vrij l’ha fatta ma gioca nettamente meglio a 2; Skriniar fa molta più fatica con la 3, mentre Godin riesce a emergere sopra la sufficienza solo perché è un giocatore di grandissima intelligenza. La difesa non nasce per fare una 3, questo è assodato.

Si può cambiare? Conte ha mostrato a sé stesso che si può, basta vedere come l’affiancamento di Barella a Brozovic abbia liberato molto Brozovic, all’andata decisamente più in difficoltà, e resa più stabile la struttura a metà campo.

 

Appare chiaro che schierare contemporaneamente Lautaro e Lukaku comporti delle difficoltà di adattamento da parte di tutti: entrambi rimangono sempre sopra la palla e nessuno dei due è portatissimo a giocare più largo, fatta eccezione per Lukaku che però sarebbe fortemente adattato: ovvero, qualunque formazione si scelga, deve avere quel “2” là davanti che significa escludere molte soluzioni. Per schierarla a 4 dietro, significa dover rinunciare a un centrocampista o un attaccante, non c’è altro modo.

Conte, evidentemente, non vuole farlo. Quindi sicuri che si tratti di dogma dell’allenatore e non di caratteristica di questa squadra? È lo stesso dilemma affrontato spesso con Spalletti, la cui obiezione era spesso oggetto di critiche da parte di molti tifosi: Conte sta seguendo questa linea, per schierarne due davanti sembra impossibile, con questa squadra, non giocare a 3 dietro.

Eriksen, che giocatore è? 

Sono di parte, sapete che stravedo per lui.

Da trequartista, in una squadra che gioca così, fa sicuramente più fatica. Ma è un calciatore di livello superiore, si è visto più volte in campo, un paio di aperture millimetriche e illuminanti: deve solo giocare più palloni. Nel complesso credo sia stato anche il migliore in campo e faccio fatica a capire il perché di questo accanimento prima televisivo (Rai davvero indecente sotto molti punti di vista) e poi da parte del tifoso.

 

Eriksen non è uno che “vede gioco”, ha bisogno di compagni che si muovono, di profondità: ne ho scritto quando è arrivato, è quel tipo di giocatore lì. Va usato in quel modo. Ma anche così, ha mostrato di poter essere decisivo: 3 occasioni chiare da rete più quella di Candreva, in altre occasioni parleremmo di tripletta, contro il Napoli zero: succede, ma nulla toglie al suo valore.

Quanto vale questa squadra? Migliorabile?

Probabilmente si tratta del miglior centrocampo della Serie A, o almeno non così inferiore a quello della Juventus. In difesa ci sono alcuni tra i migliori protagonisti di stagione e quello che è indubbiamente il miglior difensore al momento in Serie A, De Vrij. In attacco, una coppia gol come solo la Juventus può dire d’averne migliore.

Come si migliora? Sicuramente con esterni più di qualità che di corsa, ma è quello che vuole Conte? Per me Brozo è al momento il miglior regista di Serie A, tra i migliori 5/6 in Europa: Tonali, oggi, non ti fa fare il cambio di passo. Migliori di Lukaku quanti ne abbiamo? Di Lautaro?

 

Le caselle rimangono 3: il ruolo di Barella e i due esterni. Sugli ultimi due non so dove si possa pescare un fuoriclasse, a metà campo lo puoi fare svenandoti. Il dilemma non è da poco, perché non è una squadra perfetta ma non è così scarsa, individualmente ci sono giocatori di grande qualità: o siamo noi a sopravvalutarli?

A cosa serve questa stagione?

La domanda top, sulla quale però ho due risposte. A stilare le classifiche per la prossima, ma anche a complicarla. Per i giudizi universali, che ci piaccia o meno, dobbiamo aspettare l’anno prossimo.

sostieni ilmalpensante.com
Seguici su Facebook

Indice

Loading Disqus Comments ...